Roma, 28 giugno 2018 – Dalla Farnesina a Labaro, passando per Malborghetto e Prima Porta. Tra concorsi e spettacoli teatrali sono diversi gli appuntamenti culturali messi in campo in occasione dell’Estate romana nel Municipio Roma XV. Fra gli eventi addirittura un concorso cinematografico internazionale: la 72esima ora, in programma dal 13 al 16 luglio. Il contest indirizzato ad aspiranti filmakers under 30 ha come obiettivo la realizzazione – da effettuarsi in 72 ore – di un cortometraggio di 7 minuti, girato con qualsiasi strumento (compreso lo smartphone), il cui contenuto sarà comunicato ai partecipanti 72 ore prima della partenza ufficiale del concorso. Al termine delle quattro giornate dedicate a scrittura, riprese e montaggio, tutti i filmati verranno proiettati in una sala cinematografica davanti a un pubblico di curiosi e a una giuria di esperti nello spazio dell’Auditorium Due Pini in via Riccardo Zandonai 4. Per iscriversi o avere maggiori informazioni si può scrivere all’indirizzo 72esimaora@gmail.com o visitare la pagina Facebook La 72esima oraIl calendario presenta, tuttavia, diverse altre iniziative interessanti. Prima fra tutte quella denominata Teatri di Pietra 2018, giunta alla sua XIX edizione e finalizzata a promuovere – su tutto il territorio nazionale – teatri antichi e spazi monumentali attraverso spettacoli dal vivo.A dirigere quest’immancabile appuntamento tra alcuni dei siti meno noti del Lazio, ma comunque di grande suggestione, Sebastiano Tringali, Fabio Lorenzi e Aurelio Gatti. Ideato da Pentagono Produzioni e Circuito Danza Lazio, in collaborazione con la Soprintendenza Speciale Archeologica, Belle Arti e Paesaggio di Roma per la Villa di Livia e l’Arco di Malborghetto, il progetto, che ha preso il via fin dal 1 giugno, ha ottenuto il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Lazio, del Parco di Veio e del Comune di Roma – XV Municipio.L’iniziativa è stata programmata su tre diverse località e strutturata secondo il seguente calendario:dal 1 al 26 giugno (ore 21), presso l’Antiquarium dell’Arco di Malborghetto;dal 28 giugno al 4 luglio (ore 18.30), presso la Villa di Livia a Prima Porta;dal 5 al 29 luglio, presso l’area archeologica di Malborghetto.Conclusa la programmazione dell’Antiquarium con la danza di Charlotte Zerbey e Alessandro Certini, impegnati in Sentimento Journey/The trip, uno spettacolo ironico che mette in scena danza, voce e musica dal vivo, la rassegna si sposta alla Villa di Livia. La sezione di inediti dal titolo Opra Prima si inaugura il 28 giugno con Eikones di Cecilia Bernabei, che mette in scena personaggi femminili che hanno segnato la storia e il mito. Il 30 giugno Anna Pavignano, storica sceneggiatrice di Massimo Troisi, si cimenta per la prima volta nella drammaturgia teatrale con La svedese, tratto dal suo ultimo romanzo. Il 4 luglio è la volta di Storia notturna: la visione del sabba di Alma Daddario, in cui il processo alle streghe viene presentato come lo specchio di crisi epocali alla ricerca di un capo espiatorio.Dal 5 al 29 luglio a ospitare gli spettacoli di Teatri di Pietra 2018 l’area del Parco di Malborghetto. Il primo appuntamento in programma è Marea, di e con Enza Pagliara, che proporrà canti e musiche del Salento. Il 6 luglio il mito di Daphne rivive con la regia e coreografia di Aurelio Gatti. L’11 luglio è la volta di Pan…crazio: la libertà di avere paura, riscrittura contemporanea del mito di Pan, con la regia di Simone Migliorini. Il 13 luglio è la volta di L’arte di saper invecchiare, un interessante adattamento tratto da Cicerone e scritto e diretto da Piero Nuti. Il 19 luglio è in scena Carmina burana, la cantata scenica di testi poetici medioevali. Il 20 luglio altra prima nazionale: Adelphoe (I fratelli), la nuova comicità da Publio Terenzio Afro, per la regia di Silvio Giordani, con Pietro Longhi e Paolo Perinelli. Il 26 luglio spazio ad Anima Barocca, la performance curata dalla compagnia musicale Ecovanavoce, la cui esibizione spazia tra musica antica, tradizione popolare e musica contemporanea originale. Il 28 luglio è la volta di Papposileide, cantata semiseria ispirata al fauno, signore della fertilità e dell’ebbrezza, con un ensamble partenopeo d’eccezione. Ultimo spettacolo il 29 luglio con Dejame que te cuente: identitad, una compagnia di Santo Domingo con uno spettacolo di teatro antropologico che coniuga la cultura taina e africana attraverso i loro miti, balli, canti e sonorità.Info e prenotazioni:teatridipietra@gmail.com; teatridipietra.blogspot.it0Persone raggiunte5Interazioni–Punteggio di distribuzioneMetti in evidenza il post

44Condivisioni: 1Mi piaceCommentaCondividi

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SCEGLI UN ALTRO MUNICIPIO